QUEI PERICOLOSI UFO, L’ALLARME DEL PENTAGONO

Secondo un rapporto del Pentagono di circa 1600 pagine appena declassificato, gli incontri con gli UFO avrebbero provocato sugli americani effetti da ustioni da radiazioni, danni al sistema nervoso, sospensione del tempo percepito, amnesia, sviluppo di ESP (Extra Sensory Perception, ossia Percezione Extrasensoriale).

I documenti sono stati resi pubblici attraverso una richiesta del Freedom of Information Act (FOIA) fatta dal noto giornale The Sun, conosciuto più che altro per i suoi articoli prevalentemente sensazionalistici, motivo per il quale la sua credibilità a livello internazionale risulta piuttosto discutibile. Sarebbe quindi buona cosa cercare di capire cosa ci sia di vero in questa storia e cosa sia stato volontariamente amplificato nella pubblicazione del tabloid britannico.

Il rapporto sul quale ora il mondo intero si sta concentrando, ovviamente senza che nessuno cerchi di approfondire razionalmente la questione, è intitolato “effetti acuti e subacuti anomali sui tessuti umani e biologici” ed indaga sulle lesioni che sarebbero state subite da osservatori umani da parte di sistemi aerospaziali avanzati anomali.

In sostanza è un rapporto preparato per la DIA (la Defense Intelligence Agency è la principale agenzia militare di intelligence per l’estero) che cerca di avvertire sul fatto che tali oggetti potrebbero essere una “minaccia per gli interessi degli Stati Uniti”. 

Il database di documenti, come dicevamo, comprende più di 1.500 pagine di materiale relativo agli UFO, redatto dall’Advanced Aerospace Threat Identification Program (AATIP), un programma segreto del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti che ha funzionato, almeno ufficialmente, dal 2007 al 2012. Nonostante non sia mai stato classificato come segreto, l’AATIP è diventato noto al pubblico solo nel 2017, quando l’ex direttore del programma Luis Elizondo si sarebbe dimesso dal Pentagono, rilasciando ai media diversi video ormai divenuti famosi e ritraenti velivoli non identificati che si muovevano in modi apparentemente impossibili. Ma parleremo verso conclusione di tale personaggio, poiché ci aiuterà davvero a capire cosa sta succedendo, e cosa molto probabilmente potrà presto accadere.

Poco dopo che l’esistenza dell’AATIP fu rivelata, l’avamposto statunitense del tabloid britannico The Sun aveva presentato una richiesta FOIA per tutti i documenti relativi al programma. Quattro anni dopo, il 5 aprile 2022, la Defense Intelligence Agency (DIA) degli Stati Uniti ha onorato la richiesta rilasciando 1.574 pagine di materiale al The Sun.

Secondo il noto giornale, il quale ha per ora reso pubbliche solo 7 pagine dell’intero dossier, il report include oltre ai rapporti sugli effetti biologici degli avvistamenti UFO sugli esseri umani, anche studi su tecnologie avanzate come i mantelli dell’invisibilità, piani per l’esplorazione e la colonizzazione dello spazio profondo, e addirittura un piano per un primo contatto con ben “4.590 civiltà extraterrestri esistenti”, ammettendo quindi una realtà in netta contrapposizione con quella da sempre presentata ufficialmente. 

Ma alcuni documenti sarebbero stati “trattenuti in parte per motivi di privacy e riservatezza”, ha detto l’AATIP al The Sun. Tra tutti, spicca appunto un rapporto intitolato “Anomalous Acute and Subacute Field Effects on Human and Biological Tissues” (effetti acuti e subacuti anomali sui tessuti umani e biologici), datato 11 marzo 2010 e allega una lista di effetti fisiologici che sarebbero stati sperimentati da coloro che sono venuti in contatto stretto con gli UFO o UAP, Fenomeni Aerei Non Identificati.

La lista è stata compilata nel 1996 dal Mutual UFO Network e copre il periodo di tempo dal 1873 al 1994.

Tra gli effetti elencati ci sono: rapimenti alieni apparenti, effetti elettromagnetici sui veicoli, perdita di tempo percepita, ustioni, scosse elettriche, impatti con campi di forza.

Un altro documento affascinante incluso nei file, dice il giornale, spiega come classificare gli incontri con fantasmi, yeti, spiriti, elfi e altre entità mitiche/leggendarie classificate come “AN3”. Vengono anche descritte esperienze di pre-morte e miracoli religiosi classificati come “AN4”.

E non mancano ovviamente anche classificazioni per gli avvistamenti di UFO, come le “classificazioni Fly-by” (sorvolo ravvicinato) e “valutazioni per incontri ravvicinati”, incluso il “CE4” in cui un avviene l’incontro fisico con alieni.

Vengono classificati anche i cerchi nel grano, la combustione umana spontanea, e altri eventi paranormali. 

Il resoconto che descrive le presunte lesioni a “osservatori umani da parte di sistemi aerospaziali avanzati anomali“, è basato su 342 cartelle cliniche (solo 42 sono state declassificate), in cui esseri umani avrebbero subito lesioni dopo determinati incontri troppo ravvicinati con “veicoli anomali. In alcune circostanze, gli esseri umani avrebbero mostrato ustioni o altre condizioni legate alle radiazioni elettromagnetiche, afferma il rapporto, le quali sembrerebbero essere state inflitte dall’energia utilizzata dai sistemi di propulsione. Tuttavia, il metodo di indagine applicato ai presunti casi ancora non è chiaro. Probabilmente il The Sun rilascerà via via altre informazioni strada facendo.

Ma è davvero una novità il fatto che avvicinarsi troppo ai velivoli extraterrestri sia di fatto potenzialmente dannoso?

In realtà è risaputo da sempre che non è assolutamente consigliabile osservare da vicino un UFO in piena attività, date le radiazioni elettromagnetiche da questi emesse. Gli effetti fisici sono generalmente: bruciature sul terreno, sulla vegetazione, sui tetti delle macchine, ustioni su animali e su persone che riportano bruciature a scacchiera, a triangolo o a sfera.

I più comuni fenomeni secondari conseguenti all’esposizione UFO sono: black-out (delle luci di appartamenti, di torce elettriche e fonti autonome), blocco dei motori e disturbi elettrostatici delle radio.

Disturbi avvengono anche ad apparecchi fotografici e videocamere se troppo vicini all’UFO.

Molteplici studi in effetti hanno sempre evidenziato che questi effetti dipendono dall’alone elettromagnetico che avvolge i dischi volanti in volo o in fase di atterraggio. Questo alone svanirebbe una volta spento il “motore” del disco volante e sarebbe anche la causa dell’abbondante lacrimazione di alcuni testimoni UFO.

Ed è proprio il sistema propulsivo, che sfruttando energia elettromagnetica, permette ai dischi volanti di isolarsi da ciò che li circonda, e che spiega l’assenza di bang e di onda d’urto a velocità supersoniche, come rilevato anche nel rapporto ufficiale Cometa.

Una consapevolezza esistente da tempo quindi, come anche lo stesso rapporto divulgato dal The Sun documenta infatti, queste informazioni si possedevano già dal 1873

Come anche riportano molti documenti antichi. Persino la Bibbia ci fornisce informazioni in merito e ci permette di fare importanti considerazioni. 

ESODO 34-29: Mosè scese dal monte Sinai. Teneva in mano le due tavole su cui erano scritti gli insegnamenti del Signore; egli non sapeva che la pelle della sua faccia era diventata splendente poiché aveva parlato con il Signore. 30Aronne e tutti gli Israeliti notarono che la pelle della faccia era “splendente” ed ebbero paura di avvicinarsi a lui.

Ma perché tanto scalpore quindi? Perché tanto agitarsi? È ovvio a questo punto che si stia semplicemente cercando di portare avanti quel solito lavoro che vuole dipingere negativamente gli extraterrestri. E quando il malfattore non ha prove a cui appoggiarsi cosa fa? Beh, cerca disperatamente di crearle dal nulla, sfruttando ogni minima occasione. Distorce ed ingigantisce verità, decontestualizzando e dando loro nuova veste. È ciò che fanno i signori del mondo da sempre, ed è la causa primaria che ci ha portati a vivere in un mondo fatto di caos, menzogne, falsità, paura e ignoranza. 

Ma a questo punto mi sorge una domanda. Visto che ci piace tanto giocare al “buoni e cattivi”, chi è davvero in errore? Il fuoco, o chi si ostina a volerlo toccare? Se la consapevolezza di tale pericolosità si aveva già prima del 1870, allora perchè non venne dato fin da subito l’ordine ai militari di non avvicinarsi troppo ai cosiddetti dischi volanti? Al popolo non piace  farsi domande, non ama informarsi correttamente, e come sempre cadrà inesorabilmente tra le fauci del lupo malefico, facendosi abbindolare ancora una volta dalla solita informazione volta al sensazionalismo, e slegata a logiche analisi e seri approfondimenti. Poiché molti, come dicevo, sono i documenti ufficiali che in realtà avvertono sulla pericolosità legata al troppo avvicinarsi ad un disco volante in funzione.  Come molti sono gli avvertimenti ricevuti tramite contattati come Eugenio Siragusa e Giorgio Bongiovanni già negli anni ‘60. Sarebbe insomma come incolpare un aereo ed il suo pilota di un danno provocato al soggetto che si avvicina troppo ai motori accesi. Ma anche questa volta purtroppo, in pochi si meraviglieranno di fronte a tali considerazioni, le quali pur così ridicole,  pur così insensate da superare di molto le logiche utilizzate dalla follia, viene concesso loro di essere oggetto di discussione. Ma ahimè, le masse ormai state private di ogni senso critico e di capacità di discernimento, e perciò tutto è permesso.

Ebbene, vi riporto anche qualche stralcio ripreso  da un interessantissimo documento declassificato recentemente dal governo australiano, che fu redatto negli inizi dell’anno 1970, e al quale presto dedicherò un intero articolo date alcune strabilianti rivelazioni. 

“Esiste un lungo elenco di casi  di malfunzionamento di determinati veicoli quando questi si avvicinavano troppo agli ufo. A volte è stata necessaria una presa di forza, da parte degli UFO, tramite intensi fasci di luce in grado di immobilizzare i veicoli che si avvicinavano, così da non farli procedere oltre, e quindi evitare danni all’abitacolo e all’occupante.”

“L’atteggiamento da parte degli UFO è sempre apparso essere difensivo, e mai deliberato”. 

Il problema quindi come vediamo, sussiste solo quando l’uomo sceglie a proprio rischio e pericolo di avvicinarsi troppo ad un UFO. E comunque da parte di questi ultimi non è mai mancato un approccio volto alla tutela dell’avventato. La sconsideratezza e l’irresponsabilità sono atteggiamenti dei quali l’uomo ha deciso di non privarsi, e questo è risaputo persino  al di fuori del nostro sistema solare.

Che l’atteggiamento degli UFO non sia affatto offensivo quindi, è una considerazione basata su evidenze reali e concrete, e riportate da quegli stessi enti governativi che oggi tanto si sforzano di parlare di minaccia per gli interessi nazionali. Documentazioni ufficiali che ci vengono quindi in grande aiuto, e che sbugiardano clamorosamente tutte le false accuse formulate e divulgate ad arte e mestiere solo per raggiungere finalità e dinamiche altamente dannose per il sistema globale intero. 

E poi come dicevo ci sono i comunicati dei contattati. A tal proposito posso riportarvi ad esempio un comunicato ricevuto dal noto contattista italiano Eugenio Siragusa. Tale comunicazione risale al 18 giugno 1963 e questo che riporterò è un estratto ripreso dal testo integrale accessibile tramite questo link. 

AVVERTIMENTO DEI PILOTI EXTRATERRESTRI AI PILOTI CIVILI E MILITARI DI TUTTE LE NAZIONI DELLA TERRA

CREDIAMO OPPORTUNO COMUNICARVI CHE I NOSTRI VEICOLI SPAZIALI, CHE VOI TERRESTRI CHIAMATE DISCHI VOLANTI, SONO MOSSI DA UNA POTENTE ENERGIA FLUTTUANTE, SCONOSCIUTA DA VOI E DAGLI SCIENZIATI DEL VOSTRO PIANETA.

VI ESORTIAMO, FRATERNAMENTE, PER LA VOSTRA INCOLUMITÀ E PER LA SICUREZZA DEI PASSEGGERI CHE TRASPORTATE CON I VOSTRI AEREI, DI NON ECCEDERE NELLA CURIOSITÀ, E DI EVITARE ASSOLUTAMENTE DI INSEGUIRCI E DI METTERVI SULLA NOSTRA SCIA DI VOLO.

PRINCIPALMENTE CI RIVOLGIAMO AL CIECO SENSO DI IRRESPONSABILITÀ DEGLI UOMINI PREPOSTI AL COMANDO DEGLI AEREI MILITARI INCARICATI DI INTERCETTARE I NOSTRI MEZZI SPAZIALI, DI AVVICINARLI IL PIÙ POSSIBILE PER FOTOGRAFARLI O ABBATTERLI. ESORTIAMO ANCHE VOI, CARI FRATELLI, A NON FARLO PER IL VOSTRO BENE E PER LA NOSTRA TRANQUILLITÀ DI COSCIENZA.

NOI CI FACCIAMO NOTARE BEN VOLENTIERI E CON TUTTE LE NECESSARIE PRECAUZIONI, MA VOI NON FATE ALTRETTANTO, E SPESSO, LA VOSTRA ASSURDA ZELANTERIA VI PROCURA GRAVI E MORTALI INCIDENTI.

Molte cose non tornano insomma, e dal giugno 2021, tutte le azioni intraprese dall’esecutivo e dai senatori si sono mostrate essere dei veri e propri atti di guerra nei confronti di tali UFO che continuamente vengono tacciati come un’assoluta minaccia per il globo, seppur senza alcuna prova a riguardo. È sempre questi stessi senatori si ostinano ad affermare di non essere in grado di spiegare la vera natura di questi velivoli altamente avanzati tecnologicamente. Eppure, analizzando il rapporto della UAPTF, l’emendamento Gillibrand trasformato poi in legge nel dicembre 2022, e le recenti osservazioni di Avril Haines (direttore dell’intelligence nazionale statunitense), emerge in realtà un quadro totalmente diverso, uno che non contempla l’ipotesi convenzionale dei droni. Tutto punta in effetti al fatto che gli UAP rappresentano qualcosa di molto più straordinario dei convenzionali droni, e Washington D.C. sembra orientare gradualmente la sua rotta proprio in questa direzione. 

Avril Haines infatti, recentemente durante la partecipazione ad un forum trasmesso in diretta sull’intera rete nazionale americana, inaspettatamente ha aggiunto: “Naturalmente c’è sempre da considerare anche la questione in cui ci potrebbe essere qualcos’altro che non capiamo, e che potrebbe essere extraterrestre“. Ecco cosa lascia intendere che i funzionari di Washington sappiano molto bene cosa gli UAP siano, ossia il prodotto di intelligenze non umane, un termine che, anche se non appare nel rapporto UAPTF, a questo punto può rientrare tranquillamente nel contenitore “altro”.

Bisogna considerare che funzionari della statura di Haines scelgono molto attentamente le parole da utilizzare. Ne converrà quindi che l’uso del termine “extraterrestre” da parte del più alto responsabile per l’Intelligence dell’amministrazione Biden, non può che rappresentare l’attuale orientamento della comunità d’intelligence sull’argomento, che però deve necessariamente passare al pubblico per vie traverse, per far si che un popolo fortemente manipolato in questi ultimi 70 anni, possa essere ridimensionato in maniere meno brusche e inconcludenti. L’uso del termine “extraterrestre” insomma, non può che indicare una escalation di retorica indicante che gli UAP abbiano effettivamente una natura più esotica.

Sulla base quindi di tali considerazioni, alla luce degli ormai migliaia di documenti declassificati che testimoniano oggettivamente la reale natura di tali UFO, e considerando il forte contrasto con le varie dichiarazioni ufficiali in cui si afferma di non comprendere con cosa si abbia a che fare, come dovremmo porci? È così errato a questo punto pensare che i potentati stiano cercando di celare obiettivi e finalità ben diverse da quelle che ci presentano? E perché speculare tramite articoli così evidentemente volti al sensazionalismo? Beh è assolutamente chiaro, siamo di fronte a quella solita strategia che vuole sfruttare l’emotività delle masse allo scopo di poter affermare nell’inconscio collettivo verità distorte e normalmente inaccettabili. Verità che raccontano gli UFO, o meglio dire gli Extraterrestri, come un qualcosa da cui dover stare necessariamente alla larga.

Quali saranno perciò le prossime mosse che vedremo attuare? C’è tanta oscurità purtroppo ancora da dover affrontare, ma per intanto possiamo finalmente interpretare il senso di alcune opere e affermazioni precedentemente messe in atto. Mi riferisco alle disposizioni riportate nella famosa legge che istituiva l’AISMRO e che, tra le altre richieste, chiedeva anche l’istituzione di studi medici e scientifici, atti a studiare gli effetti fisiologici legati al contatto con gli UAP. Ma davvero il governo USA intende preoccuparsi di tali eventi avversi allo scopo di voler tutelare i suoi cittadini? Eppure come abbiamo già visto tale pericolo in realtà non sarebbe neanche esistito se i capi militari avessero riportato adeguatamente le dovute accortezze ai piloti americani. E siamo sicuri che tutti gli eventi avversi annunciati derivino davvero da tali cause? Beh vi mostrerò più avanti qualcosa di molto interessante a proposito. Ciò che comunque penso è che semplicemente si stia cercando di formulare delle valide scusanti per attingere indisturbati ai fondi economici pubblici per finalità ben precise. E poco importa se si è dovuto rischiare la vita di qualche militare di basso rango facendolo avvicinare agli UFO oltre i limiti consentiti. D’altronde “rubare informazioni e tecnologie” è sempre stato un bottino troppo ghiotto per poterci rinunciare. E lo sappiamo, è impossibile per gli americani rinunciare a quell’implacabile desiderio di raggiungere la supremazia militare. 

Ed è quindi interessante a questo punto esaminare il testo di legge appena citato, il quale ci offre inoltre l’ennesima conferma della assoluta consapevolezza del governo americano sulla reale natura degli UAP.

Il Direttore supervisiona lo sviluppo e l’esecuzione di un piano scientifico per sviluppare e testare, per quanto possibile, le teorie scientifiche per: (1) Tenere conto delle caratteristiche e dei risultati dei Fenomeni Aerei Non Identificati che superano lo stato dell’arte della scienza o della tecnologia, anche nelle aree di propulsione, aerodinamica, controllo, caratteristiche, strutture, materiali, sensori, contromisure, armi, elettronica e generazione di energia;  (2) fornire la base per potenziali investimenti futuri per replicare tali proprietà e prestazioni avanzate.

I doveri dell’Ufficio stabiliti nella sottosezione a) includeranno: – Sviluppare procedure per sincronizzare e standardizzare la raccolta, la comunicazione e l’analisi degli incidenti, ivi compresi quelli con effetti fisiologici negativi, riguardanti Fenomeni Aerei Non Identificati in tutto il Dipartimento della Difesa e la comunità dei servizi segreti.

Analisi scientifiche, tecnologiche e operative dei dati sui Fenomeni Aerei Non Identificati: – Il Segretario, in coordinamento con il Direttore, designa una o più catene di comando che sono responsabili in primo luogo delle analisi dei dati scientifici, tecnici ed operativi raccolti dalle indagini sul campo condotte ai sensi della sottosezione (c) e dei dati provenienti da altre fonti, tra cui la verifica dei materiali, studi medici, e sviluppo di modelli teorici, per comprendere e spiegare meglio i Fenomeni Aerei Non Identificati. 

Una serie di indicazioni perciò, volte al voler coinvolgere scienziati e altri professionisti per occuparsi a tutto campo degli UFO, e che ci fanno comprendere che sia stato attivato tutto un meccanismo finalizzato al voler cercare di comprendere qualcosa che non ha spiegazioni secondo le nostre logiche. Qualcosa che evidentemente non possediamo, e che quindi sarebbe opportuno far “nostro”.

Ed é di facile intuizione  anche il fatto che i senatori statunitensi Marco Rubio e Kirsten Gillibrand, insieme al membro del Congresso Ruben Gallego, (ossia i principali attori della formulazione e proposta del suddetto disegno di legge) abbiano ricevuto chiare informazioni sugli effetti fisiologici negativi degli incontri con UAP. Altrimenti perché mai avrebbero dovuto tirare fuori dal nulla un tale argomento? Così come hanno ricevuto chiare informazioni sulla vera natura degli UFO. E sono i fatti stessi che più avanti vi riporterò a dimostrarlo. Ciò che dobbiamo chiederci a questo punto però è: perché sceneggiare di essere all’oscuro di tutto? È chiaro insomma, ci sono intenti ed interessi ben poco limpidi e benevoli che vanno ben al di là della verità stessa, e che perciò vanno tutelati e celati all’opinione pubblica a tutti i costi.

Sen. Marco Rubio                            Sen. Kirsten Gillibrand              Dep. Rubén Gallego

Vorrei quindi farvi riflettere su un’ultima cosa. Ricordate la frase del capo DNI Avril Aines, che dichiarava di possibile correlazione tra UFO e realtà extraterrestre? Ebbene, la senatrice Kirsten Gillibrand, oltre ad essere membro del Comitato per le Forze Armate statunitensi, è anche membro del Comitato Ristretto per l’Intelligence (il Select Committee on Intelligence). È bene che si sappia, che il Comitato ristretto per l’Intelligence, sovrintende a tutte le attività di intelligence, compreso quindi quelle del DNI, a cui fa capo la nostra cara Avril Haines. È logico quindi comprendere che Avril Haines non abbia potuto fare quelle affermazioni senza prima ricevere il consenso a procedere dal Comitato Ristretto per l’Intelligence, e quindi anche dalla senatrice Gillbrand, la quale a questo punto non poteva che essere in possesso di quelle stesse informazioni sulla vera natura degli UFO. Quelle stesse informazioni che spinsero la Kirsten Gillbrand e gli altri senatori, a formulare tale legge. 

Ebbene, ecco cosa ha recentemente dichiarato la Kirsten Gillbrand.

“Gli Stati Uniti hanno bisogno di uno sforzo coordinato per prendere il controllo e capire se questi fenomeni aerei appartengono a un governo straniero o a qualcos’altro.”

Cosa ci potrà essere mai di altro rispetto ad un governo straniero? Beh, penso sia davvero di facile intuizione. Ve lo ripeto, ogni singola parola è sempre attentamente soppesata da personaggi che operano a questi livelli, e nulla può essere lasciato al caso. Così come nessuna dichiarazione eventualmente errata o mal espressa può non essere seguita da un’immediata smentita. Smentita che in questo caso, come in tanti altri, è volutamente venuta a mancare. 

Ma c’è un altro personaggio molto controverso della quale vorrei servirmi per completare questo bel quadretto di simpatici giullari e cantastorie.  La persona di cui parlo, si dice che oggi rappresenti l’icona della rivelazione ufologica americana. Peccato che in realtà si sia dimostrato essere solo la faccia e la bocca utilizzate ad a proprio uso e consumo dal governo americano, e non solo, per poter portare avanti  un certo lavoro di manipolazione delle masse. Sto parlando di Luis Elizondo, il quale oggi afferma di essere un insider. L’ex capo della vecchia Task Force UFO denominata AATIP, e che già in più di un’occasione abbiamo sbugiardato e smascherato. 

L’ex agente segreto statunitense Luis Elizondo

Lo ricordiamo, Luis Elizondo avrebbe diretto il suddetto programma del Pentagono da 22 milioni di dollari che studiava gli UFO, un programma segreto del Pentagono che si è svolto ufficialmente tra il 2007 e il 2012, anche se in realtà ha continuato ad esistere almeno fino al 2017, anno in cui furono pubblicati per la prima volta quei famosi video di avvistamenti UFO filmati da  parte del personale militare statunitense.

Luis Elizondo entrò in scena incontrando la giornalista freelance Leslie Kean, attraverso la quale rivelò  l’esistenza del programma AATIP del Pentagono, il quale indagava sui rapporti militari sugli UFO. Disse di aver lasciato l’incarico il giorno stesso, guidato da una estrema necessità di divenire un informatore che operava in nome della sicurezza nazionale. Così scrisse nella sua lettera di dimissioni al segretario alla Difesa Jim Mattis: “Sfide burocratiche e mentalità inflessibili continuano ad affliggere il dipartimento a tutti i livelli. Il dipartimento deve prendere sul serio i numerosi resoconti della Marina e di altri servizi di insoliti sistemi aerei che interferiscono con le piattaforme di armi militari e mostrano ben oltre le capacità della prossima generazione. Rimane una necessità vitale quella di accertare la capacità e l’intento di questi fenomeni a beneficio delle forze armate e della nazione”.

E tanto si è prodigato il nostro supereroe per sottolineare e attenzionare il mondo intero a tale presunta minaccia rappresentata dagli UFO. D’altronde il programma AATIP diceva di voler fare proprio questo, identificare la presenza di minacce aeree aerospaziali. Un vanto che Elizondo porta avanti ancora oggi, sostenendo che fu l’unico tra gli ambienti governativi ad essersi allarmato, e che grande fu il suo impegno nel rendere consapevole il governo americano del pericolo che proverrebbe da tali UFO. Un impegno che a suo dire rimase assolutamente inascoltato. 

Ebbene, per chi segue i miei articoli ricorderà che parlai già qualche tempo fa al riguardo di alcune testimonianze di militari che riportavano di conseguenze correlabili ad un eccessivo avvicinamento agli UFO. E ricorderà quindi anche la considerazione che feci circa l’alto rischio che qualcuno avrebbe potuto sfruttare tali testimonianze per i propri oscuri tornaconti. E così è stato. In effetti le coscienze, allo scopo di essere manipolate ed indirizzate, necessitano sempre  di essere prima accuratamente preparate.

Una cosa è certa però, voler cercare di dipingere gli alieni come una minaccia, raccontando di qualche effetto collaterale fisico, e per lo più dovuto alla stoltezza umana, tange fortemente il ridicolo, e pone l’uomo in una posizione tristemente deleteria sotto ogni punto di vista. 

Ma torniamo al caro signor Elizondo. Il sedicente insider in effetti parlò già nel novembre del 2021 dei potenziali impatti sulla salute degli incontri ravvicinati con gli UFO, ed è assai curioso come anche questa volta, tale personaggio possa aver anticipato gli eventi oggi in corso, e come comunque possa aver parlato così liberamente di argomenti allora classificati, senza che ne abbia dovuto subire alcuna conseguenza. In  un’intervista con la rivista GQ , Elizondo parlo’ infatti in questi termini:

“Non posso parlare in modo troppo specifico, ma si potrebbe immaginare di ricevere un rapporto da un pilota che dice: Stavo volando e mi sono avvicinato a questa cosa. Quando sono tornato a casa è stato come se mi fossi preso una scottatura solare. Sono stato rosso per quattro giorni”. Beh, questo è un segno di radiazioni”, ha affermato Elizondo continuando. “Non è una scottatura solare, è un’ustione da radiazioni.

“E poi qualcuno ha riferito: Ho avuto sintomi che sono indicativi di danni da microonde, ovvero lesioni interne, e anche nel mio cervello c’è una certa morfologia lì”.

“E poi potresti trovare testimonianze di questo tipo: Mi sembrava di essere stato lì solo per cinque minuti, ma quando ho guardato l’orologio erano passati 30 minuti, ma ho usato solo cinque minuti di carburante. Com’è possibile?”. “Beh, c’è una ragione per questo” ha affermato Elizondo, “probabilmente ha tutto a che fare con la deformazione dello spazio-tempo”.

Beh, innanzitutto mi sembra doveroso ricordare che comunque è un fatto certo che i cinesi possiedono armi a microonde, e che queste sono state in precedenza utilizzate in una disputa di confine con l’India. Parliamo della Poly WB-1, svelata dalle autorità del Dragone nel 2014. Anche la Russia in effetti ha recentemente previsto di introdurre tale tecnologia su una nuova generazione di droni. E penso quindi che non si possa escludere a priori che tale tecnologia possa essere stata usata in passato contro i piloti statunitensi, ed aver provocato perciò parte di tali eventi fisiologici avversi. 

Rimane comunque il fatto che alcune capacità di volo dimostrate da alcuni oggetti volanti anomali superano di gran lunga quelle di un qualsiasi drone, anche il più avanzato oggi esistente. Ed in questo caso tutto punta a qualcosa di più esotico e meno terrestre. E se continuiamo ad analizzare le testimonianze qui riportate attraverso il nostro caro Elizondo, allora accade che i casi di piloti che sperimentano episodi di tempo mancante implicano che siamo di fronte ad una tecnologia ed una fisica che non può essere in nessun modo né compresa e né tanto meno posseduta da nessuna nazione sulla Terra. Ma è anche lo stesso Elizondo a sbilanciarsi sulla reale natura dei cosiddetti UAP. Poiché si sà, tra una bugia e l’altra, a volte devi forzatamente inserire anche qualche utile verità, per poter far meglio breccia nelle menti e nei cuori di chi ti ascolta. 

Luis Elizondo: “Sappiamo che non sono gli Stati Uniti perché gli Stati Uniti hanno già fatto coming out e hanno ammesso che non siamo noi. Quindi ora parliamo della possibilità che potrebbe essere una tecnologia antagonista straniera. Ebbene, se così fosse, questo sarebbe il più grande fallimento dell’intelligence che questo paese abbia mai dovuto affrontare, compreso quello dell’11 settembre. Perché alcuni paesi, per più di 70 anni, sono riusciti a condurre operazioni con una tecnologia che supera qualsiasi cosa che abbiamo mai avuto o abbiamo attualmente. E sono stati in grado di operare all’interno e intorno al nostro spazio aereo limitato incontrastati. Ma il secondo motivo è che c’è un aspetto temporale. Ho in mio possesso la documentazione ufficiale del governo degli Stati Uniti che descrive esattamente lo stesso veicolo che ora chiamiamo Tic Tac (si riferisce all’oggetto visto e filmato dai piloti della Nimitz nel 2004), descritto nei primi anni ’50 e all’inizio degli anni ’60 e con prestazioni che, francamente, possono sovraperformare tutto ciò che abbiamo nel nostro inventario. Per alcuni paesi aver sviluppato la tecnologia ipersonica, l’accelerazione istantanea e i viaggi transmediali all’inizio degli anni ’50 è assolutamente assurdo. Penso che sia probabile si tratti di qualcosa che è interdimensionale. Ma penso anche alla possibilità che sia qualcosa che è sulla Terra da molto tempo.”

Quindi come vedete, siamo di fronte ad una realtà molto più complicata di quanto si possa pensare, e pretendere di poterla affrontare con la superficialità di testate giornalistiche di questo genere,  sembra cosa assai risibile. E forse è proprio questo il motivo che spinge i governi a scegliere una o l’altro giornale per sguinzagliare determinate “rivelazioni”. 

Il Pentagono ad oggi ha quindi stabilito, seppur senza darne le giuste dimostrazioni, che questi oggetti possono costituire un’assoluta minaccia alla sicurezza nazionale. Ed ha dunque istituito l’Airborne Object Identification and Management Synchronization Group, un gruppo di lavoro composto dai vertici militari e da quelli dell’intelligence, che avrà lo scopo di identificare gli oggetti aerei e di sincronizzare tutte le attività di chi si occupa di Ufo nell’ambito federale. Il nuovo organismo sarà supervisionato dalla viceministro della Difesa Kathleen H. Hicks, una veterana del Senato che ha già lavorato nell’amministrazione Obama e che è la donna di più alto rango nel ministero. L’ex presidente, a proposito del rapporto inviato al Congresso, aveva detto che “gli Ufo sono reali, e vanno presi sul serio”.

In una dichiarazione, Hicks ha ribadito che “i fenomeni aerei non identificati nelle aree ad uso speciale rappresentano un potenziale problema di sicurezza per i piloti militari e sollevano potenziali problemi di sicurezza nazionale”. Di qui la surreale esigenza di un maggior coordinamento e di indagini più approfondite che non si limitino a certificare l’esistenza di questi oggetti, ma ne accertino anche la provenienza, gli scopi e la tecnologia che li muove.

Il viceministro della Difesa Kathleen H. Hicks

Tutto quindi sembra muoversi verso una stessa direzione, gli UFO esistono e molto probabilmente sono di provenienza non terrestre. Ma c’è un problema, affermano, molto probabilmente questi rappresentano una minaccia, e vanno quindi ostacolati e combattuti in tutti i modi.

Un’analisi davvero assurda, come già più volte abbiamo spiegato, che non trova nessuna correlazione con le prove oggi in possesso a riguardo. L’evidenza dimostra invece una metodologia volta più che altro ad un atteggiamento cautelativo nei confronti di un pianeta e di un popolo fortemente esposti ad alto rischio di vita, proprio da parte di quegli stessi governi che oggi tacciano gli UFO come una minaccia. Una questione che ad oggi viene portata avanti attraverso la solita strategia della paura e del terrore, mischiata ad hoc insieme ad informazioni spudoratamente false e accuratamente manipolate. Ed è questo l’approccio che i giornalai aziendali hanno deciso ormai adottare sotto il dictat dei potentati. Ormai si è ben capito, il miglior modo attraverso cui poter far breccia nei cuori e nelle menti del popolo è proprio quello che vuole sfruttare la sua fragile e compromessa emotività, evitando possibilmente quelle ormai quasi nulle facoltà di raziocinio. Un lavoro costante che con grande sagacia ed estrema architettura è stato messo in scena in questi ultimi 70 anni descrivendo  negativamente i cosiddetti “alieni”, attraverso i media, i romanzi ed una filmografia creata ad hoc. 

Nulla perciò sembra più determinabile attraverso la ragione e l’intelletto, chiunque ormai può raccontare cosa vuole facendolo passare per vero, avendo di fronte un popolo fortemente deviato nei valori e nel discernimento, ed inebriato da una ossessionante ricerca del piacere e del benessere al di sopra di tutto. E poco importa se questo significhi persino osteggiare il prossimo e privarsi della vera Verità.

Sante Pagano, 25 Aprile 2022


PER APPROFONDIRE:

https://www.thebongiovannifamily.it/

https://www.piergiorgiocaria.it/it/


FONTI:

https://www.livescience.com/ufo-report-human-biological-injuries

https://www.the-sun.com/news/5053647/ufos-injuries-radiation-burns-pentagon-docs/

https://www.gq-magazine.co.uk/politics/article/luis-elizondo-interview-2021

https://www.dailymail.co.uk/news/article-10688573/Pentagon-says-UFOs-left-people-radiation-burns-brain-damage-time-suspension.html

https://www.the-sun.com/news/5062151/us-government-talk-aliens-first-contact-4590-space-civilizations/?rec_article=true

https://www.myarklamiss.com/news/national-news/were-closing-in-on-them-says-ufo-expert-on-pentagon-findings/amp/

https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/di-eugenio-siragusa/6824-avvertimento-dei-piloti-extraterrestri-ai-piloti-civili-e-militari-di-tutte-le-nazioni-della-terra.html

https://www.piergiorgiocaria.it/it/i-miei-scritti/ufo-e-visita-extratterestre/562-negli-usa-approvata-una-storica-legge-sugli-ufo-niente-sara-piu-come-prima.html

https://aliveuniverse.today/rubriche/notizie-curiose/6547-gli-ufo-rilasciano-ustioni-da-radiazioni-e-gravidanze-inattese/amp

Alieni, i visitatori extraterrestri – Lucio Tarzariol – Google Libri

https://www.livescience.com/ufo-report-human-biological-injuries

https://www.foxnews.com/media/injuries-ufo-encounters-contact-advanced-technology-former-pentagon-director

https://paolog.webs.com/DISCLOSURE/LibTimes/NoDroni/NonSonoDroni.pdf

https://www.liberationtimes.com/home

https://www.govtrack.us/congress/committees/SLIN

https://www.intelligence.senate.gov/about

https://paolog.webs.com/DISCLOSURE/LibTimes/NoDroni/NonSonoDroni.pdf