IL NUOVO RAPPORTO UFO E L’ENNESIMA PRESA PER I FONDELLI DEL PENTAGONO

C’era ovviamente da aspettarselo, ed il tutto ha ormai raggiunto la propria completa e definitiva chiarezza. Le dichiarazioni appena rilasciate dal Pentagono, devono a questo punto necessariamente decifrarsi e assumere un senso solo attraverso un quadro che vada al di là delle semplici affermazioni formulate.

Il governo americano si è espresso proprio qualche giorno fa attraverso il nuovo ufficio di ricerca AARO (All-domain Anomaly Resolution Office), costituitosi nel luglio dell’anno in corso, il quale ha come obiettivo dichiarato, almeno sulla carta, quello di concentrarsi in maniera più trasparente e mirata sulla fenomenologia UFO, o UAP, come ultimamente si preferisce denominarla, con lo sfacciato intento di voler continuare a sminuire e manipolare l’interesse del pubblico a riguardo.

Nessuna prova che gli UFO siano attribuibili a tecnologia aliena ”, è stato dichiarato nel rapporto ora finalmente pubblicato dopo un vergognoso ritardo da parte del governo americano. E allora cosa sono? Nessuno sembra sapere ancora nulla. Eppure una cosa appare essere certa, ossia che qualsiasi cosa gli Ufo siano, “questi rappresentano chiaramente una minaccia ”, ha affermato Ronald Moultrie, sottosegretario alla difesa per l’intelligence e la sicurezza, senza che nessuno si sia azzardato, anche in tale occasione, a supportare tale tesi con prove serie e concrete.

Ma é di fronte all’ennesima presa in giro, che la verità diviene sempre più manifesta, soprattutto agli occhi di coloro che continuano a volersi impegnare in una ricerca ed un analisi della fenomenologia in maniera seria e concreta. Ed è a questo punto che ogni menzogna non solo perde immediatamente di ogni significato e concretezza, ma anzi, aiuta a convincere sempre più dell’esistenza di un programma oscuro volto a ricreare una realtà distorta e manipolata, al solo scopo di soddisfare quegli sporchi interessi di pochi individui a discapito dei molti.

Il rapporto in questione sarebbe dovuto essere pubblicato entro il 31 ottobre, ma qualcosa ha impedito la realizzazione della promessa dichiarata dalle istituzioni governative americane, e l’imbarazzo e la magra figura dimostrata sono stati gli unici protagonisti di questa triste vicenda.

Ormai è chiaro, il Pentagono non sa più che pesci pigliare, e tra una rivelazione e l’altra, cerca disperatamente di prendere tempo al fine di tentare di inventarsi la scusa più plausibile da poter servire al povero cittadino sballottato tra assurde menzogne e mezze verità trapelate. 

La fenomenologia ufologica è sempre più presente in questi ultimi anni, i quali stanno segnando una tra le epoche più buie a cui l’uomo abbia mai assistito, e la sua correlazione ad una tecnologia che non appartenga a questo pianeta è sempre più palese. Le prove a supporto di tale ipotesi, ormai verità accertata per chi ha saputo fare le giuste analisi, sono sempre più schiaccianti, anzi oserei dire definitivamente concludenti, rendendo quindi ogni affermazione del Pentagono, o di chiunque altro, altamente risibili e imbarazzanti.

Il governo americano perciò, non può fare altro che continuare a prendere tempo, con la consapevolezza che le proprie menzogne hanno i giorni contati, continuando a vivere di una fasulla speranza già deceduta prima di aver potuto vedere la luce.

Come dicevo nelle prime righe insomma, bisogna saper quindi andare oltre la metodologia e le varie affermazioni dei governi, e rendersi conto che dietro tutto questo c’è ben altro, ossia il mero tentativo di poter giungere ad una conclusione che possa gonfiare il portafoglio o il petto dei soliti personaggi, i quali alla ricerca di una sorta di lieto fine che in realtà non potrà mai aver luogo, non possono fare altro che continuare a sognare di divenire i buoni protagonisti di una favola che non verrà mai scritta.

È bene che si sappia quindi, il fatto che siamo visitati da civiltà pacifiche aliene, rappresenta una realtà che si spinge ben al di là di qualsiasi macabro e triste capriccio di quei soliti burattinai sgangherati, i quali si sono convinti di poter appropriarsi di tutto quello che li circonda. La realtà extraterrestre, in verità, è qualcosa che non potrà mai essere posseduta o dominata da nessuno, poiché questa è veicolata da una metodologia ed una struttura organizzativa basate su logiche e capacità che sorpassano ogni nostra fantasiosa aspettativa, e mai potrà essere sopraggiunta da qualsiasi potere che sia all’antitesi con essa.

Ed è ora che qualsiasi speranza o aspettativa che riguardi una futura resa all’accettazione di tale strabiliante realtà da parte dei poteri forti si annulli definitivamente, poiché in fondo questi hanno sempre dimostrato tutta la loro enorme incapacità nel volerla comprendere o farne conoscere la vera natura. La cosiddetta rivelazione quindi non potrà mai essere portata in scena da un potere sempre più traviato e corrotto, e varrebbe la pena che il popolo se ne renda conto al più presto, prima che sia troppo tardi.

In conclusione, non bisogna fare altro che iniziare a comprendere che la realtà extraterrestre si affermerà da se ed in maniera del tutto indipendente, non appena il terreno diverrà fertile all’ultima germinazione della vera Verità. Basterà solo attendere quindi, e giustizia sarà finalmente fatta. Ma che sia un attesa attiva e dinamica, poiché siamo tutti, nessuno escluso, chiamati a divenire diretti protagonisti alla semina e coltura di questo meraviglioso campo dorato, il quale promette, con i fatti e le evidenze, di rappresentare la sola via d’uscita e di salvezza a disposizione di questa umanità proiettata ormai verso il declino e il collasso più totale.

Sante Pagano, 20 Dicembre 2022


PER APPROFONDIRE:

https://www.thebongiovannifamily.it/

https://www.piergiorgiocaria.it/it/