UFO, NUOVI VIDEO E IMMAGINI DECLASSIFICATE, PENTAGONO NON ESCLUDE ORIGINE EXTRATERRESTRE

Un nuovo video incredibile é trapelato dalle ricerche della Task Force americana adibita alle indagini sui cosiddetti UAP o UFO. Un documento eccezionale, che fa parte di una raccolta di prove la quale dovrà essere declassificata e resa pubblica entro giugno, come richiesto da Trump all’interno di una legge rilasciata prima che abbandonasse l’incarico presidenziale. Jeremy Corbell famoso regista investigativo é riuscito ad ottenere anticipatamente queste sorprendenti immagini girate nel luglio 2019 da ufficiali della Marina Americana attraverso un sofisticato visore notturno, dove é possibile vedere un oggetto piramidale sospeso a 700 piedi sopra un cacciatorpediniere. Questo video della durata di 18 secondi mostra uno strano oggetto piramidale, del tutto sprovvisto delle classiche caratteristiche aereodinamiche, mentre si sposta nel cielo sfidando le leggi della fisica oggi conosciuta.

Still images from video recorded by the U.S. Navy showing Pyramid shaped UAPs flying above the USS Russell. (Image sourced by @JeremyCorbell)

Un oggetto appartenente a tecnologie segrete avanzate? Corbell non concorda assolutamente con questa ipotesi. Stando alle fonti dalla quale ha attinto e a ciò’ di cui é stato discusso in un recente briefing classificato, l’oggetto possedeva comportamenti di volo assolutamente inaspettati, qualcosa che é in possesso di una tecnologia assolutamente impossibile a qualsiasi forza militare anche straniera.

VAI A FONDO PAGINA PER VISIONARE IL VIDEO DELL’OGGETTO PIRAMIDALE

Ma non fiisce qua! Il noto sito di ricerca e divulgzione Mistery Wyre è riuscita ad ottenere altre immagini di velivoli molto insoliti, i quali sono stati attentamente analizzati dal governo americano e poi classificati come oggetti volanti non identificati, scartando quindi totalmente le varie ipotesi che parlavano di palloncini o droni, visto che questi oggetti riuscivano a mantenersi fermi ad altitudine elevatissime e a contrastare le forti correnti d’aria. Gli stessi funzionari militari e dell’intelligence confessano il loro sconcerto provocato da questi ed altri particolari incontri che si sono susseguiti negli ultimi anni al largo di entrambe le coste degli Stati Uniti.

Le mmagini provengono da due rapporti della Task Force Uap e circolavano nella comunità dell’Intelligence già dal 2018, quando si verificò’ il primo di questi due incontri. L’ altro si è tenuto quest’anno.

Si dice che il rapporto del 2018 abbia fornito una panoramica generale dell’argomento UAP e includesse dettagli di precedenti incontri militari, oltre a una franca ammissione che l’origine di molti UAP non poteva essere determinata.

Oltre a offrire un elenco di altre spiegazioni più prosaiche, il rapporto affermava espressamente che esisteva una legittima possibilità che l’UAP rappresentasse una tecnologia “aliena” o “non umana”. 

Ancora più scioccanti sono state le rivelazioni contenute nel secondo rapporto rivisto e pubblicato dalla Unidentified Aerial Phenomena Task Force all’inizio di quest’anno. Il rapporto ha approfondito la possibilità che gli UAP siano in grado di muoversi liberamente sia nell’aria che sott’acqua, sfrecciando attraverso l’oceano senza essere rilevati ed emergendo nell’aria a velocità incredibili.

Entrambi i rapporti quindi includevano foto scattate dalle cabine di pilotaggio dei caccia militari statunitensi, raffiguranti velivoli di ogni forma e dimensione, e persino imbarcazioni non identificate che operano sott’acqua, le quali addirittura nei suddetti rapporti si legge chiaramente della possibilità di non voler escludere che tali oggetti possano avere origini extraterrestri.

Tutto questo movimento si è concentrato per qualche ragione (ragione forse molto ben intuibile per chi ha un minino di sana cultura riguardo la natura e lo scopo di questi avvistamenti), presso la Naval Air Station Oceana, il centro della potenza aerea sulla costa orientale degli Stati Uniti, una stazione aerea navale dislocata in Virginia, che ospita i migliori aviatori del mondo.

Gli incontri sono avvenuti dal 2014 in poi, e hanno come protagonisti i vari piloti di F-18 designati a volare nella zona W-72, ai quali dopo l’ennesima segnalazione gli é stato chiesto dagli investigatori della Task force UAP di provare a documentare ciò’ che da lí in poi avrebbero visto.

Il 4 marzo 2019, uno di loro lo ha fatto. Un F-18 weapons systems officer (WSO) seduto dietro il pilota ha usato il suo iPhone per catturare immagini di tre diversi oggetti che ha incontrato nello stesso spazio aereo. Alle 15:02 ha fotografato un oggetto dalla forma molto strana. Un’altra foto, scattata più o meno alla stessa ora, è stata postata per la prima volta su twitter l’11 maggio 2020, poi di nuovo sui social media 6 mesi dopo. Altre foto scattate lo stesso giorno non sono mai state rese pubbliche fino ad ora. Mystery Wire si è occupato in questi giorni di farlo.

L’oggetto che è stato fotografato alle 14:44 la Marina lo chiama “Sfera”

Il secondo ad essere fotografato è stato soprannominato “Ghianda”. Una fotografia simile di questo stesso oggetto è stata pubblicata online nel dicembre 2020.

La WSO 12 minuti dopo, ha individuato un terzo oggetto, descritto come “Metallic Blimp”, il quale sembra avere varie appendici. 

Quest’ altro oggetto invece, definito “transmedium” poiché in grado di operare sia sott’acqua che in aria, è stato visto entrare ad alta velocità in oceano, senza che l’impatto gli avesse procurato il minimo danno. Dei sottomarini si sono lanciati immediatamente alla rincorsa ma l’oggetto sembrava essere sparito nel nulla.

Immagini della marina che mostrano il viaggio della Sfera trans-media dall’aria al sott’acqua. 
(Immagine fornita da @JeremyCorbell)

Il rapporto conteneva, secondo le fonti del noto giornale “The Debrief”, anche una fotografia “estremamente chiara” di un aereo triangolare non identificabile emerso dall’oceano di fronte a un pilota di caccia F / A-18 Hornet, e che poi è sfrecciato in cielo.

La ricreazione di un artista (sopra) mostra l’immagine nel rapporto 2020 come descritto dalle fonti: un grande triangolo equilatero con bordi arrotondati e grandi “luci” bianche sferiche in ogni angolo.

Il ricercatore Dave Beaty ha creato questa immagine per rappresentare l’oggetto come descritto dalle fonti che avevano visto il rapporto della Unidentified Aerial Phenomena Task Force.

“Queste rivelazioni sono straordinarie e danno al pubblico una sbirciatina dietro le quinte di come il governo degli Stati Uniti sta gestendo la questione degli UFO”, ha detto Nick Pope, che ha indagato sugli UFO per il Ministero della Difesa britannico. “Ciò che fanno queste nuove informazioni è confermare che il governo degli Stati Uniti sta prendendo il fenomeno UFO più seriamente che mai”, ha aggiunto. “Prevedo ulteriori rivelazioni a breve.”

Cosa sono quindi questi strani velivoli che possiedono tali sbalorditive capacità di volo? Eppure nonostante i governi conoscano molto bene il fenomeno, un certo fermento si fa sempre più acceso. In questi giorni infatti, il capo delle operazioni navali Michael Gilday è stato interrogato dai giornalisti anche circa alcuni particolari “sciami di strani droni”, i quali nel luglio del 2019 non hanno smesso di sorvolare attorno  le navi della Marina.

L’ammiraglio Michael Gilday

Quale velivolo appartenente alle forze militari opposte si limiterebbe mai al semplice osservare senza dare il minimo accenno ad azioni offensive? E quale sarebbe il motivo per il quale tali incontri stiano avvenendo nella stessa area generale dell’UFO Tic Tac del 2004, inseguito dall’ex comandante della Marina Dave Fravor? Cosa stanno architettando in quei luoghi per attirare questi oggetti che si appalesano in maniera così’ costante e palese? Qualcuno sta forse provvedendo a sorvegliare movimenti od operazioni che potrebbero attentare ad azioni poco pacifiche? D’altronde cio’ non ci meraviglierebbe, non é certamente la prima volta che velivoli “poco terrestri” si preoccupino di evitare catastrofi colossali.

Cosa aspettarci ancora quindi? Che dai governi parta prossimamente una disclosure definitiva e veritiera? Assolutamente no, ma investire le proprie energie e risorse nel recuperare le evidenze declassificate, allo scopo di indagarle con le piu’ doverose analisi e nel caso utilizzarle per dare sempre maggior sostegno e solidità alla vera verità, rimane sicuramente un ottima strategia che potrà solo che giovare alla vera rivelazione, rivelazione che abbiamo comunque già tra le mani da tempo, e che difenderemo senza indugio alcuno anche a discapito della nostra vita se sarà necessario.

Sante Pagano, 9 aprile 2021

The US Navy filmed “PYRAMID” shaped UFOs & advanced transmedium vehicles; here is that footage

PER APPROFONDIRE:

https://www.thebongiovannifamily.it/

https://www.piergiorgiocaria.it/it/

FONTI:

https://www.mysterywire.com/

https://www.dailymail.co.uk/

https://www.extraordinarybeliefs.com

Copyright 2021 Nexstar Inc. Tutti i diritti riservati.