UFO, RAPPORTO PENTAGONO: NESSUNA SPIEGAZIONE, NON ESCLUSA L’ATTIVITÀ ALIENA

Il rapporto é stato finalmente rilasciato, ma come ci aspettavamo nulla di definitivo e chiaro è stato riportato, poiché gli Stati Uniti hanno affermato di non avere di fatto nessuna spiegazione su tali fenomeni. L’atteso rapporto del Pentagono e dell’Intelligence quindi non offre conclusioni definitive e, allo stesso tempo, non esclude l’ipotesi di una probabile attività aliena, lasciando quindi ancora la porta aperta a tale conclusione.

Sono stati 144 i casi indagati nel rapporto e avvenuti tra il 2004 e 2021, e di questi solo uno è stato identificato, “Gli altri rimangono inspiegabili“, ha aggiunto il rapporto richiesto dal Congresso. Di questi 144 inoltre, 21 potrebbero essere riconducibili a sperimentazioni di Russia, Cina o di altri paesi in possesso di tecnologia ipersonica.

“Dai 144 casi non ci sono indicazioni chiare che esista una spiegazione non terrestre per giustificarli, ma andremo dove i dati ci porteranno“, spiegano i funzionari del Pentagono illustrando il rapporto e annunciando la creazione di una banca dati per i fenomeni aerei non identificati e l’istituzione di protocolli per riportarli. “Questo con l’obiettivo di raccogliere maggiori informazioni e dati che al momento mancano rendendo difficile raggiungere conclusioni.”

Secondo il rapporto, ci sono stati almeno 18 incidenti segnalati in cui gli UAP presentavano una sorta di schemi di movimento o caratteristiche di volo insoliti”, come la propulsione e altra tecnologia particolarmente avanzata. 

“Alcuni UAP sembravano rimanere fermi in alta quota nonostante il vento, muoversi controvento, eseguire brusche manovre o muoversi a velocità considerevole, senza mezzi di propulsione riconoscibili”, afferma il rapporto, “in un piccolo numero di casi, i sistemi aerei militari hanno elaborato dell’energia a radiofrequenza (RF) associata agli avvistamenti UAP.”

Il rapporto afferma anche che gli avvistamenti UAP tendono in particolar modo a raggrupparsi attorno ai campi di addestramento e test statunitensi. Tuttavia queste osservazioni potrebbero essere il risultato di errori del sensore, spoofing o percezione errata dell’osservatore e richiedono un’analisi rigorosa aggiuntiva.”

“La quantità limitata di rapporti di alta qualità sui fenomeni aerei non identificati (UAP)” aggiunge il rapporto “ostacola la nostra capacità di trarre conclusioni definitive sulla natura o l’intento dell’UAP”.

Le agenzie hanno perció concluso affermando che aggiorneranno il Congresso sui loro progressi entro i prossimi 90 giorni.

Un rapporto quindi assolutamente inconcludente, totalmente privo di conclusioni precise e definitive, senza nessuna prova o certezza, dove tutto è possibile e nulla è definito.

L’unica certezza che possiamo leggere è la grandissima incapacità ed impotenza con cui tutti i governi si stanno ritrovando a dover fare i conti, e questo rapporto esprime molto chiaramente tutta l’inappropriatezza e l’enorme disagio da questi sofferti.

Cio’ che bisogna capire, è che nessun potere terrestre ha ancora gli strumenti per poter affrontare apertamente questa spiazzante realtà, né tanto meno ne ha l’esigenza o l’interesse, anzi la consapevolezza che una divulgazione veritiera e sincera farebbe crollare l’intero sistema mondiale è talmente consolidata che è praticamente impossibile che un giorno qualcuno possa presentare questa realtà cosí per com’è.

Come abbiamo piu’ volte detto, l’unico modo in cui gli extraterrestri potrebbero essere presentati al mondo sarebbe quello in cui questi vengano descritti come una pericolosa minaccia globale, e come abbiamo anche più volte visto molti ci hanno già più volte provato.

Per intanto quindi, non ci rimane che restare a guardare la prossima mossa e le prossime rivelazioni, perché comunque possiamo stare assolutamente certi che la presentazione di tale rapporto non è altro che l’inizio di un determinato programma meditato e scritto già da tempo, un programma che comunque siamo certi non avrà vita facile e mai potrà trovare la sua piena realizzazione.

In attesa di ulteriori risvolti a noi non resta perciò che continuare ad analizzare e divulgare al meglio questa meravigliosa realtà, con la grande consapevolezza che tali straordinarie civiltà sapranno assolutamente cosa fare e come agire. Una cosa è più che certa però, la vittoria è già assegnata, e malgrado tutto, sia il Cielo che i Governi sanno perfettamente come andrà a finire, e noi anche.

Articolo di Sante Pagano, 26 Giugno 2021

PER APPROFONDIRE:

https://www.thebongiovannifamily.it/

https://www.piergiorgiocaria.it/it/